Marginalia

Intorno al libro

Georges I. Gurdjieff – Abram Elov

leave a comment »

Dopo Polosean, Abram Elov è una delle personalità più straordinarie che io abbia incontrato durante la mia età preparatoria, una di quelle che, volontariamente o involontariamente, hanno agito da fattore vivificante per la formazione definitiva di uno degli aspetti della mia attuale individualità. Feci la sua conoscenza nell’epoca in cui, avendo già perso ogni speranza di imparare dai miei contemporanei alcunchè di valido sulle questioni che allora mi appassionavano, ero tornato da Ejmiacin a Tiflis e mi ero immerso nella lettura dei testi antichi. Ero tornato a Tiflis perché lì potevo procurarmi tutti i libri di cui avevo bisogno. Ancora durante il mio soggiorno, vi si trovava senza fatica ogni genere di libri rari, scritti in tutte le lingue, tra cui l’armeno, il georgiano e l’arabo.

Giunto a Tiflis, mi installai questa volta in un quartiere chiamato Didubay. Di lì, andavo quasi ogni giorno a bighellonare al Bazar dei Soldati, in una delle strade che costeggiano a ovest il parco Aleksandr, dove si trovano la maggior parte dei librai della città. In questa strada, di fronte alle botteghe dei librai, modesti venditori ambulanti di libri usati esponevano per terra, soprattutto nei giorni di mercato, i loro libri e le loro stampe popolari. Fra questi piccoli mercanti, c’era un giovane aissore che vendeva, comprava  o procurava su commissione ogni genere di libri. Era Abram Elov, Abraska come veniva chiamato in gioventù – compare quanto mai astuto, ma per me uomo insostituibile.

A quei tempi, egli era già una specie di catalogo ambulante. Infatti, conosceva una quantità enorme di titoli di libri in quasi tutte le lingue del mondo, col nome dell’autore, la città dove erano stati pubblicati, la data dell’edizione e perfino il luogo dove era possibile procurarseli. Cominciai col comprare da lui alcune opere; in seguito scambiavo con altre quelle che avevo già letto, oppure gliele restituivo; lui, dal canto suo, mi aiutava a trovare i libri che mi occorrevano. Presto diventammo amici. […]

Georges I. Gurdjieff , Incontri con uomini straordinari, Adelphi

Written by adrianovulpio

giugno 25, 2011 a 11:19 am

Pubblicato su Uncategorized

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: